Primo progetto di biogas per HoSt in Giappone: cerimonia della firma del contratto presso l’ambasciata olandese a Tokyo

HoSt e Techno System hanno firmato il contratto per un progetto di centrale elettrica a biogas da 550 kWe nell’isola di Ishigaki, in Giappone. La cerimonia della firma si è svolta presso l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi a Tokyo, in Giappone, ed è stata accompagnata da Sua Eccellenza, l’Ambasciatore del Regno dei Paesi Bassi per il Giappone, lo stesso Peter van der Vliet, delegazione di alto livello dell’Ambasciata del Dipartimento dell’Agricoltura e dei media nazionali e regionali giapponesi.

Essendo il primo progetto in Giappone, questo segna un’importante pietra miliare nello sviluppo dell’espansione globale di HoSt e dei progetti futuri in Giappone. “Il Giappone è uno dei mercati più importanti per HoSt in Asia, con circostanze di supporto per le energie rinnovabili e le nuove tecnologie, che continuiamo a servire insieme a Techno System, il nostro partner giapponese nei sistemi energetici. Siamo molto grati per questa promettente collaborazione ”, afferma CTO Marcel te Braak. L’impianto di biogas produrrà 550 kWe di elettricità da letame, erba e altri rifiuti organici. Questa produzione di elettricità equivale ad alimentare 1.300 abitazioni.

L’articolo continua sotto le foto.

Obiettivi di sviluppo sostenibile

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS), noti anche come obiettivi globali, sono stati adottati da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel 2015 per il periodo dal 2016 al 2030. “Questo progetto è esemplare in termini di produzione sostenibile di cibo ed energia, a sostegno dello sviluppo delle economie circolari, contribuendo agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite ”, afferma l’ambasciatore Peter van Vliet nel suo discorso alla cerimonia della firma. “È anche un eccellente esempio di partner dei nostri due paesi che uniscono le forze e lavorano insieme per trovare soluzioni innovative alle sfide sociali che stiamo affrontando oggi”.

“Questo progetto è esemplare in termini di produzione sostenibile di cibo ed energia, sostenendo lo sviluppo di economie circolari, contribuendo agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite”.

Comprovata tecnologia a biogas

In questa isola remota ma affascinante, la materia prima della biomassa può variare e la costante disponibilità è difficile da garantire. La collaudata tecnologia di HoSt consente di digerire anaerobicamente una vasta gamma di flussi di biomassa. Il CEO Herman Klein Teeselink: “Gli impianti di biogas HoSt sono noti per le loro elevate prestazioni economiche e contribuiscono a garantire il successo di un’economia circolare producendo energia rinnovabile, risolvendo sfide di gestione dei rifiuti e creando preziosi prodotti finali a partire da rifiuti organici. Ci sforziamo di essere un leader di mercato e un importante attore globale con i nostri impianti di biogas più avanzati ”.