Microferm-biomethane

Azienda agricola di Den Bommel (NL) per prima ad immettere biometano in rete

In un caseificio con allevamento bovino a Den Bommel (NL), il contatore del gas ha recentemente superato i 10.000 m3 di biometano immesso in rete. L’impianto è in funzione dal mese di ottobre e la produzione di biometano si basa sulla fermentazione di 100% di liquame con iniezione diretta nella rete del gas nazionale dei Paesi Bassi.

In un tipico impianto Microferm di digestione anaerobica realizzato da HoSt vengono trattate annualmente ca. 8.000 tonnellate di liquame. La quantità di gas naturale prodotto è di 200.000 m3 all’anno, equivalente al consumo di 125 famiglie.

Upgrade del biogas

L’unicitá di questo progetto è l’upgrade del biogas in biometano. Dopo tale processo il gas viene alimentato direttamente nella rete del gas, mentre finora il biogas è stato impiegato prevalentemente per produrre elettricità e calore. Esso rappresenta il primo impianto di questa taglia dove viene fermentato 100% di liquame in combinazione con la produzione di gas con questa portata. Per il processo di upgrade del biogas su tale scala ridotta, HoSt è stato premiato nel 2012 con il Jan Terlouw Award, un premio olandese per l’innovazione tecnologica.

Microferm

Il concetto Microferm si fonda sulla digestione di 100% liquame su piccola scala agricola, senza l’aggiunta di co-flussi. HoSt ha costruito diversi digestori Microferm in Olanda, Fancia, e Germania. L’impianto presso l’azienda agricola di Den Bommel è costituito da un serbatoio di digestione, un serbatoio di post-stoccaggio a tenuta di gas, e un container dove vengono disposti l’unità di upgrade, il sistema di controllo e una pompa di calore. Il vantaggio della produzione di gas dalle qualità del gas naturale consiste nella massima efficienza energetica del processo, che è notevolmente superiore rispetto a quando viene  prodotta elettricità.